Progetto Alzheimer

Domenica c’è stato il concerto di Natale curato dall’associazione Alzheimer Aprilia Onlus e  dall’ Associazione culturale Diapason. A metà concerto è stato presentato il nuovo progetto “Città amica delle persone con demenza” con i consueti ringraziamenti alle Istituzioni, ai Vigili, ai Carabinieri, agli operatori sanitari, ai volontari CRI, e agli operatori psicologi (gli stessi che formano i nostri ragazzi) che seguono e curano il percorso con passione e dedizione. E’ seguita la testimonianza di una parente che, con voce commossa, ha ringraziato l’associazione per il supporto materiale e psicologico fornito al  malato e, soprattutto, alle famiglie di persone affette da Alzheimer. La signora ha tenuto a precisare la grande sorpresa e il piacere provato un giorno nell’aver trovato il suo familiare  sereno, sorridente e stimolato perché circondato dalle attenzioni dei ragazzi, che regalano tanto con la loro presenza. Quei ragazzi di cui parlava non erano i “ragazzi” psicologi, volontari della Onlus, bensì i nostri ragazzi del Liceo.

I nostri ragazzi sono e sanno essere molto più che bravi studenti, i nostri ragazzi stanno diventando bravi cittadini.

Al di là della funzione pratica di questo progetto che permette di cumulare ore di PCTO, la sua valenza è soprattutto umana. Guidare i ragazzi al rispetto e all’attenzione all’altro, al suo ascolto, alla generosità del prendersi cura, alla serenità che  può dare il donarsi, può regalare a tutti noi la possibilità di incontrare in futuro adulti in grado di accogliere e di dare valore, unico talento che permette di essere felici. Una felicità rara, a guardarsi intorno.

Ringrazio chi ha restituito la testimonianza di quel momento, preziosa misura del lavoro che la nostra scuola fa ogni giorno.