Decreto Covid-19: Conte chiude tutta l’Italia

Cosa prevede il decreto

Il Presidente del consiglio Giuseppe Conte, durante una diretta nazionale tenutasi a Palazzo Chigi, ha firmato il decreto che rende tutto il territorio nazionale italiano zona rossa fino al 3 aprile. Il premier invita tutti gli italiani a non uscire di casa se non in caso di estrema necessità, mettendo tutto il territorio italiano in una sorta di quarantena. Questo ha provocato anche la chiusura di tutte le strutture culturali, scuole di ogni grado, università (sono sospesi dunque i viaggi d’istruzione, le visite guidate, le uscite didattiche e gli scambi culturali) e negozi, ad eccezione delle attività alimentari, delle farmacie, dei tabaccai e di pochissime altre attività legate soprattutto al commercio al dettaglio.

Presidente del consiglio Giuseppe Conte

Per gli spostamenti, invece, è possibile muoversi da un comune all’altro solo grazie ad un’autocertificazione che dimostra casi di necessità (come la spesa, un impegno lavorativo o per motivi di salute). Ai docenti è stata data la possibilità di svolgere lezioni tramite la didattica a distanza mediante videochiamate, e altri metodi. Il decreto è stato emanato per limitare al massimo i contatti e dunque i contagi.

Valeria Spaccasassi 5K

Luis Villalba 4F