Le 21 donne alla Costituente: il power point delle classi 2U e 2Z

Le classi 2U e 2Z, sotto la supervisione della professoressa Colapinto, hanno realizzato un power point sulle donne della Repubblica Italiana.

Nonostante il lockdown che ormai ha bloccato la didattica in presenza da inizio marzo, molte classi del Liceo Meucci non hanno interrotto progetti iniziati già prima della pandemia.
E’ il caso delle classi 2U e 2Z, dell’indirizzo Umanistico della scuola, che, coordinate dalla professoressa di diritto Giuseppina Colapinto, hanno realizzato un power point sulle 21 donne che hanno fatto parte della Costituente nel 1946.

Le due classi si sono dimostrate molto interessate al progetto proposto dalla professoressa, come infatti dichiara il 2U, che spiega meglio com’è stato gestito il lavoro:

“L’idea è venuta alla professoressa Giuseppina Colapinto, che sulle orme dei secondi dell’anno scorso, ha voluto riproporre lo stesso lavoro ampliandolo ed entrando così più nello specifico. La cosa bella del progetto è che ha riguardato tutte le seconde di Scienze Umane dove insegna la professoressa Colapinto. Si è lavorato a gruppi di due: ognuno presentava una delle protagoniste della Costituzione e dopo la correzione della professoressa i lavori sono stati inseriti in un unico powerpoint, il tutto è durato circa tre settimane.”

Anche il 2Z ha però avuto piacere di collaborare con l’insegnante riguardo il progetto, infatti afferma:
“Noi siamo stati da subito disponibili e ci siamo organizzati al meglio sia tra di noi che con la prof per fare un buon lavoro. Ci siamo divisi in gruppi e i lavori da noi prodotti sono sempre stati supervisionati dalla prof che ci ha saputo dare dei consigli per aggiustare i nostri compiti. Non ci saremmo mai aspettati di fare un progetto che piacesse così tanto, all’inizio eravamo partiti con l’idea di fare una semplice presentazione delle donne della Costituzione, interpretate da noi, in aula magna davanti alle classi del quarto e quinto anno. La prof ci ha sempre invogliato a creare dei lavori sempre più dettagliati e precisi con il maggior numero di informazioni, e probabilmente è proprio grazie a lei che siamo riusciti a migliorare così tanto. Inoltre siamo molto felici del risultato che abbiamo raggiunto con questo progetto perché è proprio in questo periodo che bisogna essere uniti per cercare di creare qualcosa di bello e sono contenta che noi, nel nostro piccolo, ci siamo riusciti.”

Chiara Ruocco 4R