Chi sono Trvsty e Plain? Gli artisti apriliani dal grande talento.

Il duo CLG è una delle più fresche identità musicali di Aprilia, apprezzata da molti. È uscito venerdì il loro ultimo singolo “Incudine”.

Trvsty e Plain, pseudonimi di Simone Foti e Alessandro Lo Pinto, sono due giovani artisti apriliani. Entrambi all’ultimo anno delle scuole superiori, stanno investendo su loro stessi facendosi strada grazie alla musica. Il nome del duo è CLG, abbreviativo di Caligola: quartiere apriliano che li ha segnati sin da piccoli e in cui hanno vissuto le prime esperienze:

“Il duo nasce nell’estate del 2019, quando scopriamo di avere in comune il bisogno di raccontarci. Dove c’è uno, non c’è l’altro e viceversa, ecco come ci complementiamo. Abbiamo due stili di vita opposti e li riflettiamo sul piano musicale.Da una parte il timbro rauco e deciso di Plain, dall’altra quello dolce e curvilineo di Trvsty. Anche la scuola la viviamo diversamente, avendo opinioni divergenti tra di esse. Tutto questo ci spinge a dare il massimo in studio” spiegano Simone e Alessandro.

La città di Aprilia pullula di giovani artisti che vorrebbero fare della propria passione un vero lavoro. Loro sono riusciti a spiccare, ottenendo un ottimo riscontro nel territorio, con migliaia di riproduzioni. L’apprezzamento del lavoro artistico è dimostrato anche dal raggiungimento del primo contatto discografico per l’etichetta Artist First, la quale vanta un roster di artisti affermati nel panorama italiano. Riguardo ciò dichiarano:

“Il contratto firmato non ha cambiato i nostri mille obiettivi. Ci sta dando solo l’opportunità di raggiungerli. Lo scopo principale è riuscire ad entrare nel cuore di chi ci ascolta, per aggiustare quello che non va in più persone possibili”.

Come cantanti ed autori, Simone e Alessandro non si identificano in nessun genere, dimostrando la versatilità della loro musica, priva di filtri e strutture artificiali. Dopo il successo dei brani “Attimo” e “Delfini”, è uscito venerdì il loro terzo singolo “Incudine”, prodotto da The Answer.

“Nel pezzo cantiamo la solitudine per far sentire meno solo chi la vive. Per questo vorremmo chiedere, ai ragazzi del Meucci, di dedicare pochi minuti per osservare ed ascoltare Incudine, che consideriamo una parte di noi”.

Nicola D’Agostino 2G

Ascolta qui “Incudine”