Lazio in zona rossa: l’RT della regione schizza alle stelle.

La difficile decisione presa dal governo di colorare mezza Italia in rosso. A cambiare colore anche il Lazio.

A seguito della settimanale riunione con il comitato scientifico, il neo presidente del consiglio Mario Draghi, ha deciso di colorare tutto lo stivale in rosso e arancione, tranne la Sardegna, dal 15 marzo 2021 al 6 aprile 2021.
Purtroppo, tra le vittime di questo cambiamento molto drastico ma necessario, anche il Lazio sarà costretto a passare dal colore giallo al rosso. Nonostante la regione, infatti, vantasse di parecchi posti letto negli ospedali, nell’ultima settimana è stato registrato un aumento dei casi non indifferente causato soprattutto dalla variante inglese e dalla variante brasiliana.

Cosa sarà possibile fare nella nuova zona rossa? Ecco tutti i divieti e non:

  • Resta il divieto di circolazione dalle 22:00 alle 05:00;
    Vietati gli spostamenti anche all’interno del proprio Comune, se non per comprovateesigenze o motivi di salute;
  • Sospensione dell’attività in presenza delle scuole di ogni ordine e grado, comprese le
  • scuole dell’infanzia e fascia 0-3, con le sole eccezioni delle persone disabili o con bisogni educativi speciali oltre che delle attività di laboratorio;
  • Chiusi i servizi alla persona come parrucchieri, barbieri e centri estetici;
  • Sono sospese le attività di commercio al dettaglio, fatta eccezione per la vendita di generi alimentari e di prima necessità;
  • Bar e ristoranti aperti solo con servizio da asporto e domicilio;
  • Restano le chiusure previste per i centri commerciali nei giorni festivi e prefestivi;
  • Sono chiusi i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari;
  • Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie;
  • Permane la sospensione dell’attività in presenza nelle UniversitàFortemente raccomandato lo Smart Working dove possibile;
  • Divieto di raggiungere le seconde case, se non per comprovate esigenze;
  • Solo una persona per nucleo famigliare negli esercizi commerciali (salvo minori);
  • Non sono consentiti gli spostamenti verso le abitazioni private abitate ubicate nel
  • territorio della Regione, fatti salvi gli spostamenti motivati da comprovate e gravi situazioni di necessità;
  • Le funzioni religiose con la partecipazione di persone si possono svolgere, purché nel rispetto dei protocolli sottoscritti dal Governo con le rispettive confessioni;
  • Non è consentito l’utilizzo delle aree attrezzate per gioco e sport;
  • E’ consentita l’attività motoria e sportiva nei pressi della propria abitazione;

Chiara Ruocco 5R