Pensieri sparsi in ricordo di Donatella.

Porterò con me il ricordo di una persona speciale,

 

amante della vita, disponibile sempre.
Ciao Donatella
 
 
 
Donatella,
carissima collega,
pura creatività,
spumeggiante dolcezza,
silenziosa generosità,
straordinaria professionalità.
Il suo sorriso gentile,
l’attenzione e l’ascolto,
la capacità di coinvolgere e di animare,
resteranno nel ricordo di coloro che l’hanno conosciuta.
 
 
 
 
Mai dimenticherò l’improvvisata lezione di pilates in sala
professori.
Tu, flessuosa e leggera nonostante il braccio fasciato ed io rigida
come un ciocco di legno.
Quante risate allora, Donatella.
Quante lacrime ora.
 

Alla dolcissima Donatella
In verità non mi hai lasciata se non fisicamente, è rimasta con me:
oltre all’energia esuberante, sorridente e irradiante da quegli occhi
così spiritosi e fanciulleschi, da farmi ritornare bambina … la
consapevolezza di poter trarre da ogni evento, seppur spiacevole,
l’opportunità Me-ra-vi-glio-sa di superare sé stessi ed evolversi
nella più completa unicità, e che tu hai saputo sicuramente esprimere
con grande originalità… ️
Con grandissimo affetto … (prematuro) ti ricordo!

 
 
Ricordo la prima volta che entrò nel mio ufficio. Mi parlò di teatro e di studenti.
Li amava entrambi.
Il suo candore stupiva e la rendeva speciale.
Sapeva di pulito.
La scuola perde corpo e anima, con lei.
 
 
 
Una fatina con i capelli al vento…
altruista e generosa. 
Ricordo così la cara collega Donatella Galeotti.
 
 
 
Un pensiero per la Prof.ssa
Galeotti, che ho avuto la fortuna di avere in CDC per un anno e la cui
perdita è motivo di grande tristezza. Era una persona davvero speciale.
 
 
 
Per Donatella Galeotti.