Johnny Depp e Amber Heard: un processo seguito in tutto il mondo.

I due attori sono coinvolti in un processo che va avanti da più di due settimane, in ballo c’è un risarcimento di 50 milioni di dollari.

È dal 12 aprile che nel tribunale di Fairfax, in Virginia si svolge un processo in cui l’attore statunitense Johnny Depp accusa l’ex moglie Amber Heard di diffamazione a causa di un articolo pubblicato nel 2018 sul giornale Washington Post dove l’attrice dichiarava di “aver subito violenza da un personaggio pubblico”, alludendo all’ex marito Johnny Depp, anche se l’attore non viene mai nominato.

I due si erano conosciuti nel 2009, fidanzati del 2012 e nel 2015 sposati, nel 2016 Amber Heard aveva chiesto il divorzio e un ordine restrittivo nei confronti di Depp, che aveva portato al primo dei loro processi, in cui la Heard, accusando l’attore di violenze domestiche, risulta vincitrice della causa. 

Questi avvenimenti hanno gravato sulla carriera di Depp. Infatti dopo la pubblicazione dell’articolo sul Washington Post l’attore ha perso il ruolo che aveva dal 2003 nella saga “Pirati dei Caraibi” e proprio pochi giorni fa ha dichiarato che non ci sono possibilità che ritorni a far parte del cast. Questo processo sta ripercorrendo i principali avvenimenti della relazione tra i due attori, fino ad ora è stato interrogato solo Johnny Depp e i suoi testimoni, mentre Amber Heard verrà interrogata in seguito. Tra gli episodi più gravi che fanno pensare che a subire le violenze non sia stata solo Amber Heard, ma anche lo stesso Johnny Depp, c’è sicuramente quello in cui dopo un’accesa lite la Heard ha lanciato due bottiglie di vodka addosso all’ex marito tagliandogli la punta del dito. 

Sui social ormai si sono creati diversi schieramenti, si sta diffondendo l’hastag “JusticeforJohnnyDepp”, ovvero “giustizia per Johnny Depp”, che su tiktok ha 6,3 miliardi di visualizzazioni, mentre il corrispondente di Amber Heard ne ha “solamente” 21 milioni. È evidente da che parte si sia schierata la maggior parte dell’opinione pubblica in questo processo che si pensa andrà avanti per almeno le prossime 6 settimane.

Elettra Valenza 3°E